Seleziona una pagina

Emergenza pannolino: arriva quando meno te l’aspetti, mentre sei giro sola con i bambini, in viaggio, in fila alle Poste. Il bambino ha il pannolino da cambiare e può succedere che si sporchi i vestiti.
No panic! Abbiamo raccolto 5 suggerimenti per essere delle vere “Mamme Rambo”, pronte a tutto!

Scegli vestiti adatti

Prediligi per le uscite, soprattutto se sai che potrai avere difficoltà per i cambi, vestiti comodi per svestire e rivestire il bambino. Per i neonati scegli tutine con i bottoni sulle gambe e sul cavallo, mentre cerca di evitare completi con l’apertura solo sulla schiena o salopette senza bottoni.
Per le bambine nei mesi caldi gli abiti più comodi per il cambio pannolino sono ovviamente gonne e vestitini.
Scegli con cura anche le scarpe: quelle lavabili con un panno bagnato sono da preferire a quelle che si macchiano facilmente perché in caso di fuoriuscite importanti si possono sporcare.

Preparati: porta con te il necessario

Accertati di avere con te un mini kit con almeno 1 cambio completo: body/canottiera, tutina o completo, calze, maglietta per i più grandi.
Non dimenticarti inoltre un sacchetto di plastica: sarà utile per mettere il pannolino sporco in attesa di trovare un bidone dove buttarlo oppure per mettere gli abiti eventualmente bagnati/sporchi.

Cerca il fasciatoio più vicino

Con l’app Baby Pit Stoppers avrai sempre a portata di click le informazioni di tutti i fasciatoi vicini a te: negozi, bar, ristoranti, musei, uffici, farmacie che mettono a disposizione dei fasciatoi per il cambio.
Collegandoti alla web app o scaricando l’app per Android, scoprirai immediatamente la mappatura di tutti i punti allattamento e cambio presenti nella città in cui ti trovi!

Cambio di notte

Quando il pannolino è pieno di notte spesso non si sa come fare: sperare che il pannolino non “scoppi” o rischiare di svegliare il bambino?
Se è necessario il cambio, per non svegliare il piccolo si possono seguire delle accortezze, come scaldare le mani (con acqua calda o semplicemente sfregandole) per non toccare il bambino facendogli provare quella sensazione di freddo che potrebbe disturbarlo.
Inoltre è bene posizionare delicatamente un asciugamano sotto il sedere del bambino, cosicché dovesse fare pipì all’apertura del pannolino non si rischia di bagnare il letto.

In viaggio

Sugli aerei e su molti treni sono a disposizione dei fasciatoi ma molti genitori li trovano scomodi: piccoli, a volte non puliti e per cambi da “equilibristi”.
Con buon senso, senza disturbare i viaggiatori vicini, sul treno si può fare un cambio sul passeggino, tirando giù la parte superiore (come se il bambino dormisse) e creando così un fasciatoio fai-da-te.
In aereo invece, soprattutto per i lunghi viaggi, si può attrezzare un fasciatoio “di fortuna” utilizzando 2 sedili e contando sull’organizzazione e collaborazione di mamma e papà.

Cambio in piedi

Dai 12 mesi si consiglia di cambiare i bambini in piedi. Soprattutto un viaggio, può essere una soluzione in mancanza di fasciatoi o luoghi su cui sdraiare il bambino.
Il metodo Montessori consiglia questa pratica per aiutare il bambino a crescere imparando a tirare giù e su i pantaloni, pulirsi con l’aiuto dell’adulto e sentirsi meno “bambolotto”.

Ricordati infine una regola fondamentale: per quanto un cambio sia complicato, una situazione difficile da gestire o un bambino agitato, non lasciare mai il piccolo incustodito nè su un fasciatoio nè su alcun appoggio che stai utilizzando per il cambio. Le cadute improvvise sono molto comuni, anche di bambini che apparentemente non hanno ancora la forza di muoversi e cadere!