Seleziona una pagina

Il periodo più temuto dai genitori per concedersi un pranzo o una cena con i piccoli in un bar o in un ristorante è quello dello svezzamento, cioè quando il bambino passa dal latte ai cibi solidi.

C’è chi segue il tradizionale percorso di svezzamento con brodini e pappe, chi invece opta per l’autosvezzamento, accompagnando il bambino ad assaggiare i cibi mangiati dai genitori.

Ogni famiglia (e bambino) scelgono modalità diverse per affrontare questo importante passaggio e i locali di ristorazione possono offrire servizi semplici ma utili per accogliere i bambini e le loro famiglie.

Offrire un coperto adatto al bambino

Seggiolone, piatto e bicchiere infrangibili, tovaglioli di carta sono gli elementi fondamentali per l’accoglienza nel locale di una famiglia con un bambino alle prese con le prime pappe.
Si può anche optare per tovagliette di carta con disegni divertenti o da colorare.

Scaldare la pappa

Molti genitori si organizzano per preparare a casa la pappa per i bambini e portarla con sè durante gli spostamenti. Ai locali viene richiesto semplicemente di scaldare il contenuto, in microonde o a bagnomaria. E’ il servizio base (e poco impegnativo) da offrire ai genitori.

Preparare il brodo

Preparare il brodo per la pappa dei bambini è molto semplice: serve qualche verdura e acqua per bollire il tutto. E’ bene sapere però che ogni famiglia ha tempi diversi nell’introduzione di nuovi cibi per i figli, quindi è importante chiedere ai genitori quali verdure inserire nel brodo che si sta preparando, se il bambino è allergico a qualcosa o ci sono accortezze che desiderano.

Mettere a disposizione omogeneizzati

Grandi catene di self service lo fanno già: accanto al microonde a disposizione dei clienti si possono prendere (o acquistare) degli omogeneizzati per i genitori in viaggio che desiderano preparare un pasto veloce per i bambini, utilizzandolo per condire il brodo o darlo da mangiare direttamente dal vasetto.

Proporre un menu per bambini

Non serve pensare a piatti originali da inserire nel menu bimbi: l’importante è avere a disposizione pasta corta (per i bambini è più adatta e facile da mangiare) e un buon sugo al pomodoro.
Si può anche indicare la possibilità di avere porzioni ridotte (anche nel prezzo) dei cibi “da adulti” per i bambini che desiderano mangiare come i genitori.

Servire subito i bambini

Anche sulla consumazione del pasto non tutte le famiglie hanno le stesse abitudini: gran parte preferisce che il cibo dei bambini, soprattutto se molto piccoli, arrivi prima del loro in modo da aiutare il bambino a mangiare; altri invece optano per il pasto consumato tutti insieme. Sarà buona norma chiedere come la famiglia preferisce il servizio.

Quali altre attenzioni ritieni importante riservare alle famiglie con bambini in fase svezzamento?